• Lubrichimica S.p.A.

    Lubrichimica S.p.A.

  • Lubrichimica S.p.A.

    Lubrichimica S.p.A.

  • Lubrichimica S.p.A.

    Lubrichimica S.p.A.

  • Lubrichimica S.p.A.

    Lubrichimica S.p.A.

  • Lubrichimica S.p.A.

    Lubrichimica S.p.A.

  • Lubrichimica S.p.A.

    Lubrichimica S.p.A.

  • Lubrichimica S.p.A.

    Lubrichimica S.p.A.

Aziende e prodotti

Allegrini

Allegrini SpA dal 1945 realizza prodotti chimici per la pulizia professionale, nel pieno rispetto dell’ambiente, ed è oggi strutturata in diverse divisioni per specifici settori: AUTO – Da sempre fiore all’occhiello di Allegrini, questa gamma racchiude l’esperienza dell’azienda. 

Allegrini produce detergenti professionali e prodotti chimici per autolavaggio, cura dell’auto, pulizia professionale, zootecnia, industria alimentare e nautica.

Vail al sito web di Allegrini


Shell

Royal Dutch Shell plc è uno dei maggiori gruppi mondiali nel settore dell’energia. L’obiettivo di Shell è quello di rispondere alla crescente domanda di energia attraverso l’esplorazione e la produzione di idrocarburi, la commercializzazione di prodotti petroliferi e chimici, gas e carburanti alternativi nel rispetto di criteri rigorosi di efficienza e responsabilità sociale, ambientale ed economica.

Vail al sito web di Shell Italia


Valvoline

Dr. John Ellis invented to the petroleum industry’s first brand in 1866 when he poured his cylinder oil into the stuck valves of a large V-shaped steam engine, freeing the valves to move more easily.

Dr. Ellis would soon register the name Valvoline as the world’s first trademarked lubricant brand. Today, ValvolineTM lubricants, chemicals and car care products are manufactured, marketed and sold in more than 140 countries by Ashland Consumer Markets, Valvoline a commercial unit of Ashland Inc.

Vai al sito web di Valvoline


Tamoil

Tamoil Italia S.p.A. è la holding italiana del Gruppo Oilinvest (Netherlands) B.V. e ne condivide la mission: sviluppo economico, attenzione per l’ambiente e impegno sociale.

Tamoil Italia S.p.A. si occupa direttamente di:

  • approvvigionamento di prodotti petroliferi
  • pianificazione strategica
  • distribuzione di prodotti petroliferi tramite i canali rete (circa 1.600 stazioni di servizio, di cui 68 autostradali) ed extra-rete

Vai al sito web di Tamoil


Cyclon

LPC S.A è una società industriale e commerciale, membro del Gruppo Motor Oil Hellas, pioniera nel settore dei lubrificanti, essendo fortemente attica nella produzione di oli di base, nella lavorazione e nella commercializzazione di lubrificanti confezionati. I principali prodotti della società (oli base e lubrificanti CYCLON) sono presenti a livello internazionale in più di 30 paesi.

La LPC S.A è molto nota sia per l’elevata qualità delle tecnologie di produzione, sia per i processi innovativi che utilizza, nonchè per la coerenza commerciale e professionale.

Vail al sito web di Cyclon

Magazzini

DSC2374
DSC2381
DSC2384
DSC2393
DSC2396
DSC2399
DSC2403
DSC2422
DSC2436
DSC2441
DSC2446
DSC2450
DSC2457
DSC2460
DSC2468
DSC2495
DSC2502
DSC2508
DSC2512
DSC2521
DSC2545
DSC2547

Lubrificanti. Cosa sono?

I lubrificanti liquidi od oli lubrificanti sono miscele complesse di idrocarburi paraffinici, aromatici e naftenici con peso molecolare compreso tra 250 e 1000. Derivati dal petrolio e in particolare da tagli molto viscosi, come i residui della distillazione primaria (topping) poi ridistillati sotto vuoto, o da tagli poco viscosi come gasoli di testa dalla distillazione sotto vuoto o gasoli pesanti da topping, richiedono una serie di operazioni diraffinazioneasportazione di composti naftenici e aromatici instabili che darebbero luogo a formazione di gomme o a residui carboniosi; separazione dei composti paraffinici che abbiano un elevato punto di solidificazione; asportazione delle rimanenti tracce di composti resinosi che originerebbero nel tempo una alterazione del colore; additivazione di antiossidanti, inibitori di corrosione, composti antifrizione per aumentare il potere lubrificante, detergenti che adsorbano le morchie insolubili in olio e le mantengano in sospensione, deprimenti del punto di congelamento, miglioratori dell’indice di viscosità, per rendere la viscosità del lubrificante meno sensibile alla temperatura, inibitori di schiuma per impedire che l’aria inglobata nel lubrificante durante l’esercizio generi schiuma (polimeri siliconici). La capacità di lubrificazione degli oli è strettamente legata alla viscosità e in particolare al suo comportamento in funzione della temperatura. Per gli impieghi industriali e in campo automobilistico è spesso importante che un olio riesca a mantenere la sua viscosità fino a temperature di 100-120 ºC, pur avendo una relativamente bassa viscosità a temperatura ambiente. Per gli impieghi in aviazione e in campo militare, al di fuori dell’intervallo –25 ºC +125 ºC si ricorre a oli sintetici con punto di congelamento inferiore a –25 ºC e che non si ossidino rapidamente sopra 125 ºC. Tra questi si usano i metilsiliconi, utilizzabili sino a 300 ºC, con punto di congelamento –70 ºC e con ridottissima variazione di viscosità, gli esteri fosfatici, i poliglicoli e diversi esteri organici.